Urbisaglia, ciclista amatoriale precipita in una fossa nel parco archeologico: forse scoperto il covo del superlatitante Matteo Messina Denaro

0
673
Il parco archeologico di Villamagna di Urbisaglia

Villamagna di Urbisaglia (MC): continuano con successo gli scavi nel noto parco archeologico alle pendici di Urbisaglia dove si è praticamente trovato di tutto: coccette, vasi rotti, tombe, mosaici, monili… ma la fortuita scoperta di ieri ha del sensazionale.

Dopo anni di scavi che hanno portato al ritrovamento di una vera e propria “Salus Augustea” di epoca romana fondata da tale Lucio Flavio da Silva Nono Basso, già proconsole alle dipendenze di Gaio Fufio Geminio che collaborò alla costruzione del teatro e del criptoqualcosa con Anzio Magnus Casualis ecc.. insomma scava che ti scava la zona è diventata un vero e proprio colabrodo.

E’ così che sabato mattina Francesco Kosher ciclista ebreo di Colmurano mentre attraversava placidamente il parco è improvvisamente precipitato all’interno di una buca apertasi sotto le sue ruote.

Francesco Kosher con la sua bici abarth

All’interno dell’anfratto si presenta agli occhi dello sfortunato cicloamatore un angusto locale che ricorda i più noti covi di latitanti mafiosi: pareti in roccia umida bruciacchiata, brandina in ferro con lenzuola e copertina sporche , quadri e statue della Madonna e di padre Pio e una Bibbia sul comodino.

Il covo

Subito allertati i carabinieri stanno indagando ma già sembra emergere una tesi sconvolgente: potrebbe trattarsi del covo del super latitante pluriricercato Matteo Messina Denaro soprannominato “‘u siccu” indiscusso boss della mafia Trapanese.

Al momento i militi, dopo aver estratto dalla buca il ciclista, hanno riassettato il tutto e si sono appostati di nascosto con la speranza che il super boss rientri nel covo. Raccomandano altresì il massimo riserbo sul ritrovamento anche se il soprintendente alle belle arti e agli scavi Carlo Birretta si lascia sfuggire: “Sono entusiasta dell’ennesima scoperta che conferma quanto Urbisaglia sia stata ed è ancora al centro della vita sociale politica e criminale di questo paese.

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.