Università di Siena: Berlusconi potrebbe guidare il centrodestra anche da defunto.

0
765

Ancora uno studio pubblicato dalla prestigiosa università toscana che dopo il resoconto dei miracoli di Silvio Berlusconi nel corso di tutti questi anni, rivela finalmente ciò che i suoi sostenitori volevano sentirsi dire: la morte potrebbe non fermare il Cavaliere.

Sappiamo che è quasi impossibile o quantomeno ipotesi remota, ma qualora dovesse accadere, la fine della vita terrena non sarebbe d’ostacolo per la guida della coalizione di centro-destra da parte di Silvio Berlusconi” Dichiara con orgoglio il professor PierSilvio Speranza che ha guidato il team di studio sul noto Statista Italiano.

Tecnicamente la condizione di morte sarebbe molto simile a quella che sta attraversando al momento il Cavaliere nella campagna elettorale, ovvero: non è candidabile, non è eleggibile e ripete le stesse cose di 20 anni fa. Quindi in caso di prematura scomparsa anche alle prossime elezioni basterà mandare in onda le vecchie registrazioni e il gioco sarà fatto”

Berlusconi sempiterno

I fatti sembrano dare ragione al professore; dopo il solito teatrino da Bruno Vespa dove Berlusconi ha firmato l’ennesimo patto con gli ITALIANI, si ha proprio l’impressione che il tempo si sia fermato (fra l’altro appare sempre giovane, come imbalsamato) e ai suoi elettori non  fa differenza se lui esista veramente o no, è solo questione di fede.

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.