Tolentino: “L’ERBA SOLIDALE”, piantine di marijuana in Piazza della Libertà per la ricostruzione

0
6179

Tolentino, più di 2.000 piantine di marijuana offerte dal comune di Amsterdam per una gigantesca gara di solidarietà allo scopo di sostenere le zone colpite dal sisma; sabato e domenica prossimi in piazza della libertà a Tolentino.

Non si ferma la solidarietà proveniente da tutta Europa che sostiene generosamente le zone colpite dal sisma di Marche ed Umbria. E’ la volta del comune di Amsterdam in Olanda che regala a Tolentino 2.000 giovani piantine femminizzate di Marijuana che saranno messe in vendita a scopo benefico per raccogliere fondi per la ricostruzione post-sisma.

Sarà possibile acquistare queste preziose talee (non più di 2 a persona o si rischia l’arresto) disponibili nelle varietà tipiche che vanno dalla classica Skunk alla Northern Light fino alla pregiatissima Amnesia Haze. “Se coltivate con amore, regaleranno ad ottobre prossimo deliziosi fiori che abbelliranno e profumeranno i vostri balconi per l’invidia di tutti i vostri amici.” ci tiene a precisare l’assessore alle politiche di mezz’età Anna Franco promotrice dell’iniziativa. “Gli introiti della vendita solidale saranno destinati alla costruzione di una gancia di bocce in viale Vittorio Veneto della lunghezza di 175 Mt. lineari (la più lunga in Europa n.d.r.) con manto riscaldato e docce ad asciugatura osmotica”

La vendita è resa possibile da uno speciale decreto (Il 24Bis del 17/6/2017 comma 21 d.p.r.) che oltre alla sospensione delle bollette di acqua luce e gas dispone la depenalizazzione dell’uso personale di droghe leggere per i residenti nel cratere sismico, poichè è stato accertato che fumata in modica quantità la marijuana aiuta a superare gli stati di ansia alimentati dalle continue scosse di assestamento che ancora si fanno sentire.

Piantine donate dal comune di Amsterdam

Unica nota polemica si registra dallo stesso sindaco di Tolentino: “Ho accolto con riserva l’iniziativa dell’assessore Anna Franco non sapendo esattamente cosa andavamo a vendere- dichiara il primo cittadino- ma quando mi ha assicurato che sicuramente avremmo avuto degli ottimi introiti da questa iniziativa mi sono convinto a patrocinarla con entusiasmo. Anzi, vinto dalla curiosità sono stato spinto dall’assessoressa alle politiche di mezz’età a fumarne un pò di questi fiori Olandesi. Mi trovo purtroppo a dovermene dissociare riguardo l’uso ricreativo e a sconsigliarne l’abuso poichè mi ricordo solo di essermi svegliato al pronto soccorso”.

L’assessoressa alle politiche di mezz’età

In realtà come ci spiega il medico di guardia che ha trattato il caso del sindaco: “Fumare erba buona non causa nessun tipo di disturbo. Il problema sta nella cattiva gestione degli effetti collaterali della fame chimica che ha portato il nostro sindaco a divorare 4 piccioni ripieni avanzati dalla cena e trovati in casa una volta rientrato. Siamo stati costretti ad eseguire  una lavanda gastrica per eliminare la confusione da costipazione. Il caso va semplicemente inscritto ad una comprensibile mancanza di esperienza.”

Un quinto piccione è stato trovato sotto la lettiga dell’ambulanza il giorno seguente.

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.