Muccia, scandalo casette marce con i funghi, il sindaco prova a chiarire: “Le avevamo ordinate al tartufo”

0
2100

Muccia (MC), umidità e funghi (tanti) nelle numerose abitazioni emergenziali che a Visso prima e poi a Muccia hanno costretto tanti sfollati a lasciare le SAE appena costruite. I due sindaci provano a difendersi e scaricano le responsabilità sulle ditte costruttrici.

Sono pronto ad esibire in qualsiasi momento le schede relative all’ordine delle abitazioni emergenziali” chiarisce il primo cittadino di Muccia “dalle quali si evince chiaramente che le avevamo ordinate al tartufo“.

Sembra si trattasse di un simpatico omaggio a sorpresa che, oltre alla bottiglia di spumante e dei cioccolatini di berlusconiana memoria pronti ad accogliere i nuovi inquilini già provati dalle conseguenze dello sfollamento prolungato, avrebbero donato ai fortunati locatari, appena giunta la stagione autunnale, una corposa quantità di pregiati tartufi (bianchi e neri) da poter condividere gioiosamente con amici e familiari.

Immaginate lo sconcerto quando abbiamo scoperto che invece dei magici tuberi dall’aroma celestiale sono spuntati dei banalissimi funghi che si possono trovare in qualsiasi supermercato. Ma ci tengo a precisare che almeno questa volta la politica non ha responsabilità, noi abbiamo agito per il bene dei cittadini” conclude il sindaco.

Fioritura di funghi nella SAE di Muccia e Visso

Pronta la difesa delle società costruttrici dei moduli abitativi che con una nota stringata precisa: “I moduli forniti con spore tuberali dell’ordine spezizales ascomycota (tartufi n.d.r.) non rientravano nella disponibilità economica dei committenti i quali erano stati prontamente avvertiti dell’unica possibilità rispetto alle risorse offerte di poter ottenere solo spore di agaricus bisporus meglio conosciuti come funghi champignon; con formaggio parmigiano a carico del locatario”

L’ennesimo rimpallo di responsabilità questo come nella migliore tradizione italica che solo la magistratura con tempi ragionevolmente biblici riuscirà in qualche modo a redimere. Registriamo nel frattempo il protrarsi del disagio degli sfollati che temono di non riuscire a passare un altro Natale in una casetta di proprietà e con un decente piatto di tagliatelle decentemente condito.

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.