Militante disabile del PD impossibilitato a recarsi al seggio: attivista di Casapound buca le gomme della carrozzina. Infierisce Potere al Popolo

0
251

Tolentino: S.S., ottantaquattrenne disabile lasciato “a piedi” dopo dichiarazione di voto a favore del PD. Abbandonato fino a chiusura urne.

Aveva litigato con tutti i suoi familiari e amici dopo aver sostenuto con insistenza che anche stavolta avrebbe votato P.D , ma la sua disabilità non lo ha scoraggiato.

L’arzillo anziano militante ex comunista, ex migliorista, ex progressista, ex diessino e oggi orgogliosamente PiDino, a bordo della sua carrozzina esce di casa e con l’ausilio dell’ascensore scende in strada per recarsi al seggio poco distante.

Aiutato dalla leggera pendenza raggiunge agevolmente i paraggi della sezione n:13 ma qui, a soli 150 metri dalla meta, viene avvicinato da un militante di Casa Pound che estrae la baionetta d’ordinanza e buca una gomma della carrozzina impedendogli di proseguire oltre.

La carrozzina del militante

Accorrono a quel punto due attivisti di Potere al popolo che dopo aver picchiato il militante di Casapound soccorrono l’anziano pro PD ma, dopo avere appreso delle intenzioni di voto del vecchio, estraggono la falce d’ordinanza che con l’ausilio di un martello conficcano nella gomma ancora buona della sfortunata carrozzina. Le colorite imprecazioni dell’arzillo vecchietto che sembrano aver coinvolto tutti i santi del calendario e non solo, hanno fatto si che nessuno si avvicinasse a prestar soccorso al disabile spaventati da tale furia.

Solo ad urne chiuse è stato ritirato dai familiari.

L’ennesimo spiacevole episodio legato alla recrudescenza di questa campagna elettorale, una delle peggiori che si ricordi, che ha fatto emergere quanto il paese sia diviso. Difficile sperare in un futuro governo che possa rimettere ordine.

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.