Macerata, la Lega si scaglia contro la ROMCAFFE’: “vadano a fare il caffè a casa loro!”

0
1461

Macerata, effetto vittoria schiacciante quello che porta la Lega di Salvini a metter bocca praticamente dappertutto. E’ il turno della nota ditta di torrefazione di Macerata ad essere presa di mira,”Prima gli Italiani, i Rom vadano a fare il caffè a casa loro“. Probabile si tratti di un malinteso.

 Con il 41% dei consensi la Lega è il primo partito in provincia e l’euforia è talmente alta che alcuni troppo solerti militanti del partito guidato da Matteo Salvini hanno pensato di scatenare un attacco contro la Romcaffè di Macerata, adducendo questioni di natura etnica.

Già da anni sospettavamo che la ditta non fosse di proprietà Italiana” dichiara Norberto Giussano vicesegretario della lega di MC “Sin da quando circolavano le tazzine con la faccia di un negro stampata in bella vista. Poi quando ci è pervenuta la foto della sede dove il caffè viene torrefatto, i dubbi si sono sciolti del tutto.”

La foto in questione sembrerebbe in realta un Fake (forse ci sono gli hacker russi dietro): appare poco credibile che la prestigiosa ditta di Macerata possa produrre squisito caffè in un campo rom; ma tant’è, sembra che qualcuno sia disposto a crederci.

La foto incriminata

Abbiamo intimato alla proprietà di cambiare il nome in Caffè Ariano se non vogliono incappare in controlli e successivi sgomberi che il ministero degli interni non esiterà ad operare dietro nostra segnalazione” conclude il Vicesegretario Leghista. “Abbiamo tollerato fin troppo i Rom e sopportare che facciano pure il caffè, simbolo dell’Italianità più pura, ci pare eccessivo. #lapacchiaèfinita.

Speriamo sommessamente che l’equivoco venga chiarito il prima possibile anche perchè basterebbe fare una rapida ricerca su Google per capire chi sia il vero proprietario della Romcaffè, ma si sa, con queste percentuali di consenso meglio non rischiare di dar torto alla lega.

 

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.