Macerata: Abusi in classe. Soddisfazione della Preside

0
720

Torna sui banchi di scuola, dopo più di un mese, Aldo Abusi, il giovanotto che venne ricoverato in gravi condizioni nel nosocomio cittadino per una devastante crisi di priapismo acuto. E la Preside festeggia.

Aldo vuol mantenere la privacy al suo ritorno a scuola.

“Siamo veramente contenti del suo ritorno a scuola, alla normalità. Quella mattina ci ha veramente spaventati. Era diventato rosso fuoco e sbatteva il suo coso enorme ovunque distruggendo diversi banchi e la lavagna, la lavagna capisce?!…Costringendo le alunne e le docenti a barricarsi nel refettorio da dove poi sono riuscite a chiamare aiuto”, esclama la preside Speranza Gomezi.

“Fortunatamente le porte del refettorio hanno bisogno del badge per essere aperte e dopo diversi tentativi di sfondarle brandendo quel mostro a mò di clava, ha rivolto la sua attenzione verso il bidello Nunzio, leggermente effeminato, dandoci così modo di intervenire” ricorda Pierluigi Bracconieri corso lì attirato dalle urla, “faccio il veterinario e porto sempre con me l’amaro Montenegro e la pistola spara dardi anestetizzanti; ci sono voluti sei colpi e tre “gnotte” per narcotizzarlo ma abbiamo dovuto attendere ancora una ventina di minuti prima di avvicinarci causa il pericoloso ondeggiare del membro turgido che ci avrebbe potuto disgraziatamente colpire! Mai vista una cosa così”, sottolinea il veterinario.

Interviene sulla questione, via account twitter anche Salvini che stizzito dichiara: “Avercelo duro è questione Padana si sa, priapismo e leghismo camminano di pari passo e nel caso non fosse stato riammesso a scuola lo avremmo accolto in Padania anche e soprattutto senza le terapie mediche a cui è sottoposto. Ad avercene così baldi!”

 

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.