Incendio alla Orim, l’ARPAM conferma: nessun danno agli ortaggi, tutto nella norma.

0
944
Ortaggi sicuri a Piediripa

Piediripa, nuovi esami da parte dell’ARPAM confermano la mancanza di agenti tossici nel terreno e nelle colture circostanti la zona dell’incendio del capannone di stoccaggio di materiali chimici. “Si possono mangiare tranquillamente” conferma il presidente vicario dell’agenzia regionale di controllo ambientale.

Sarei il primo a mangiare quei gustosissimi ortaggi che solo questa stagione può donarci in gran quantità” prosegue il presidente Franco Francucci “L’unico problema è che sono carnivoro al 100% e non posso; ma invito la cittadinanza a consumarne in tutta tranquillità e a non prestare ascolto a chi sta spargendo notizie allarmistiche circa la tossicità del terreno adiacente la zona dell’incendio.”

L’intervento del funzionario ARPAM fuga ogni dubbio che in questi giorni aveva avvelenato non il terreno e l’aria, ma il dibattito circa la possibilità di mangiare quei frutti della terra a seguito di denunce da parte di cittadini che si sono trovati a cucinare melanzane e zucchine dallo strano colore. “Mai avuto un raccolto così” ci tiene a ribadire Alceste, agricoltore di San Claudio, “anzi ho sensibilmente ridotto l’uso di antiparassitari dato che la roba cresce bene già così. E poi non si vede più un insetto in giro.”

Alceste mostra orgoglioso un pomodoro raccolto nel suo terreno.

A chi dovesse ancora nutrire dubbi vogliamo ricordare che a piccole dosi ogni tipo di veleno non solo non risulta nocivo ma addirittura immunizza. Invitiamo quindi a spegnere qualsiasi polemica e a consumare in gran quantità frutta e verdura raccolta a km. zero. In alternativa si possono acquistare nei supermercati, sicura garanzia di genuinità!?

Un augurio ai vegani.

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.