Gesù bambino coperto con un fazzoletto, presepe oltraggiato per non offendere i musulmani

0
408

E’ successo nel bar di una cittadina della provincia. A denunciare il fatto è Padre Pedro Borrajon dell’Immacolata Concepcion membro di spicco della congregazione dei legionari di Cristo che dall’omonima pagina Facebook denuncia il fatto e pubblica la foto incriminata.

Mi trovavo di passaggio in provincia di Macerata di ritorno a Roma e volendo assaggiare il famoso liquore all’anice di cui si decantano le propietà (Mistrà varnelli n.d.r.) mi sono fermato in un tranquillo bar di periferia” Scrive il prelato “Noto con gioia che bellamente esposto sopra il banco delle paste troneggiava un presepe di pregevole fattura, ma avvicinatomi inorridivo nel vedere il bambinello volgarmente coperto con un tovagliolino. Uno scandalo senza fine questo di oltraggiare i nostri simboli religiosi per compiacere chissà quale altra volgare confessione.” Conclude il prete.

Sembra infatti che il gesto di coprire il bambinello sia stato operato dal barista a seguito delle numerose proteste dei tanti avventori di origine musulmana che abitualmente frequentano il bar. “Amo molto il presepe, sono un fervido credente e ho seguito l’invito del Santo Padre che incitava ad esporre dovunque questo simbolo di orgoglio cristiano” si difende il gestore del bar da noi contattato “Ma non potevo permettermi che i tanti clienti non cristiani potessero offendersi nel vedere la statuina di quel bambinello in mutandine: sapessi quante casse di birra moretti si bevono tutte le sere. Businness is businness” conclude pragmatico il gioviale barista.

Speriamo che l’episodio non scateni le solite reazioni di odio e indignazione ma che soprattutto il gestore del bar ponga rimedio denudando il bambinello per la gioia dei clienti tutti del bar.

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.