Foto dell’autovelox smaschera la tresca di sua moglie, attivista antagonista in crisi d’identità.

0
729

San Severino Marche, riceve a casa una multa con tanto di foto intestata alla sua auto ma non era lui alla guida: quel giorno era ad un corteo antirazzista.

L.S. 42 anni noto attivista antagonista, antirazzista, antifascista, femminista, no global, no vax, no tav, no ttip, no tap, no cipolla sulla carbonara, ha passato gran parte delle ultime settimane a manifestare soprattutto per cause antirazziste; anche il giorno che la sua auto ha preso una multa per eccesso di velocità.

Si è subito insospettito quando ha ricevuto la foto autovelox in zona Piediripa dove si legge chiaramente la sua targa. Grazie all’aiuto di un amico fotografo ingrandisce il particolare dell’abitacolo in cui si vedono due persone e, con sgomento, riconosce sua moglie sul lato passeggero e alla guida una persona di colore che risulterà essere nientepopòdimeno che tal Gabriel Mubutu Mutubutu, immigrato originario del Congo residente a Passo di Treia, molto conosciuto e  soprannominato “Sciabola nera” e non per le sue abilità nell’uso di armi bianche.

Lo scatto rivelatore

Al momento il settempedano è caduto in un profondo stato di depressione dovuto al dubbio lancinante se agire con veemenza in stile cavalleria rusticana, o continuare ad usare metodi pacifisti in armonia con le sue convinzioni. Sua moglie, interrogata sul fatto, gli ha rovesciato addosso la responsabilità di essere poco presente e decidere quindi di abbandonarlo per seguire il Mubutu.

Può comunque consolarsi con una bella denuncia ai vigili urbani per violazione della privacy.

 

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.