Corridonia, si masturba davanti alla vetrina di Yamamay, denunciato un giovane.

0
1139

E’ stato trovato con i pantaloni abbassati nell’atto di masturbarsi con il viso appiccicato alla vetrina del negozio di intimo Yamamay in pieno centro commerciale a Corridonia.

M.L. 19 anni è stato denunciato a piede libero dopo che una pattuglia dei carabinieri allertata da un residente ha cercato di far ragionare il giovane che, in evidente stato confusionale, insisteva per entrare nel negozio (chiuso dato che erano le 3 del mattino) perchè doveva “finire la cosa”.

Più tardi condotto in caserma il giovane ha raccontato di non ricordare nulla e di aver passato una serata con degli amici. Dopo le dovute analisi è emerso che il ragazzo aveva assunto del Gamma- idrossibutirrato miscelato con dell’ MDA, la cosiddetta “droga dello stupro” che unita all’età del ragazzo in piena esplosione ormonale, ha fatto si che anche un manichino diventasse appetibile. A questo punto i militi dovranno appurare se sia stato drogato a sua insaputa dagli amici o sia stata una bravata perpetrata dal giovane stesso.

L’episodio fa comunque emergere un malcostume sempre più diffuso in provincia, quello di ricorrere a certe sostanze per perdere il controllo e diventare preda o predatore di autentici episodi di sciacallaggio sessuale. “Poteva finire molto peggio” dichiara il maresciallo Trocca intervenuto sul posto “abbiamo salvato i manichini appena in tempo dalla furia predatrice del giovane, qualche minuto di ritardo ed ora saremmo qui a piangere

Il manichino provocatore

Interviene nella vicenda anche la chiesa per voce di mons. Pierluigi Pizzaballa: “Condanno senza sconti l’accaduto ma mi sento di puntualizzare che a volte certi atteggiamenti delle vittime uniti a dress-code al limite dell’accettabile, possono scatenare quegli istinti belluini che caratterizzano la natura dell’uomo. Amen.”

 

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.