Caldarola (MC), Luigi Di Maio apre un forno con Annavini

0
786

Caldarola, Chiuso a seguito del terremoto riaprirà i prossimi giorni lo storico forno “Annavini” in una struttura provvisoria e con un socio d’eccezione: il leader del m5s Luigi Di Maio.

Sono venuta a conoscenza della passione del ragazzo (Di Maio n.d.r.) per i forni” ci confida Vania Annavini vedova Vanoni titolare del noto marchio “e dopo il tentativo fallito con Salvini e il PD, gli ho proposto di entrare in società nell’apertura della nuove filiale di Caldarola, ed è rimasto subito entusiasta.

L’esperienza decennale e la reputazione dello storico forno di Cessapalombo sembra aver convinto Di Maio ad abbandonare accordi con improvvisati fornai e siglare uno storico patto che farà ripartire a pieno regime la produzione di pane pizzette e dolci a volontà.

Di Maio il primo giorno di lavoro

Certo, qui il lavoro è duro” prosegue l’anziana fornaia “Ci si alza alle tre del mattino, bisogna metterte le mani in pasta ed essere disposti a sporcarsi le mani, ma anche se il ragazzo non ha mai lavorato prima, sono sicura che ce la metterà tutta.

Unica pregiudiziale posta da Davide Casaleggio è sulla necessità di utilizzare lieviti natuarali e farine poco raffinate. “Niente scie chimiche nei nostri forni.”

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.